In memoria di A.C.Ambesi

Per presentarsi alla comunità, fare auguri e comunicare con gli altri forumisti

In memoria di A.C.Ambesi

Messaggioda Sandro Consolato » 10/02/2015, 19:08

IN MEMORIA DI ALBERTO CESARE AMBESI, ESOTERISTA GENTILUOMO

Apprendo solo ora della morte, avvenuta sul finire del 2014, di ALBERTO CESARE AMBESI. Ambesi, nato a Torino nel 1931 da una famiglia d’origine calabrese, è stato uno studioso delle religioni, dei simboli e delle arti, un musicista e un musicologo, un giornalista, l’autore di numerosi saggi (ricorderò quello su “I Rosacroce” a lui particolarmente caro). Libero Muratore, fece onore alla Massoneria italiana in quanto fu sempre fedele interprete del vero, autentico senso che dovrebbe avere il cammino massonico, ovvero un cammino puramente esoterico, lontano da ogni interesse basso o semplicemente profano. In rapporti personali con lui dal 1980 (quando avevo solo 21 anni), avevo iniziato a leggerlo già negli anni 70 sulla rivista “Gli Arcani”, dove teneva una rubrica il seguire la quale fu per me, ancora ragazzo, il principale e più serio viatico agli studi detti “tradizionali” e all’esoterismo, e, poi, lo stesso stimolo a rivolgermi direttamente a lui, come prima e sicura persona, quando volli avere i primi orientamenti in quegli stessi studi.
Uomo veramente libero, aperto, rispettoso di tutte le visioni e di tutti gli interlocutori, mi trasmise soprattutto questo atteggiamento, invitandomi a fare scelte che fossero sempre conformi alla mia reale natura, alle mie disposizioni, e allo stato intellettuale e umano in cui di volta in volta mi fossi trovato. Seguì dunque poi con affettuosa simpatia tutto il mio percorso intellettuale e spirituale, pur diverso dal suo, ed io fui felice di ospitare due suoi articoli nella rivista “La Cittadella” da me diretta negli anni 2001-2012.
A Natale gli avevo inviato in omaggio il mio ultimo lavoro, il saggio “Evola e Dante”, che teneva conto anche di una sua biografia dell’Alighieri. Mi ero un po’ meravigliato che non mi avesse ringraziato, come suo costume. Oggi so il perché. Vale atque vale, Magister.

Di seguito, la mia recensione al suo libro “I Maestri del Tempio” del 1995:

http://www.lacittadella-web.com/pdf/maestri_tempio.pdf
Avatar utente
Sandro Consolato
 
Messaggi: 651
Iscritto il: 05/09/2009, 23:18

Torna a Presentazioni e comunicazioni

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 1 ospite

cron