VENNE LA MAGNA MADRE

Carta stampata

VENNE LA MAGNA MADRE

Messaggioda Tommaso.ROMANO » 08/06/2012, 18:13

VENNE LA MAGNA MADRE

Immagine

Autore Giuli Alessandro
Editore Settimo Sigillo
Argomento Roma
Anno ediz. 2012
Pagine 228
Isbn 9788861481015
Prezzo : € 22,00

RITI, CULTO E AZIONE DI CIBELE ROMANA


Con 16 pagine di illustrazioni fuori testo.
"Venne la Magna Madre", dice il Vate D'Annunzio nella poesia "A Roma" che fa da sigillo a questo volume. Venne, la "Magna Mater" Cibele, con la puntualità fatale che soltanto un verbo coniugato al passato remoto può tentare di rendere: fulminea, inesorabile, trionfante come può essere una Dea che fa ritorno nella sua sede primigenia, un Nume che torna a casa. La casa della Dea è il Palatino, l'archetipo dl cosmo romano-italico in cui il Circea, Corito e Roma compongono una triade occulta che i neoplatonici indicavano così: "Monè-Pròodos-Epistrophè", ovvero l'Unità universale nella sua permanenza immanifestata (Circeo), il dispiegamento raggiante dell'Uno nel manifestato (Corito), il ritorno dell'Unità presso se stessa in uno stadio che comprende anche i precedenti. Roma dunque è principio, irradiazione e compimento di un destino superiore simboleggiato dalla figura dell' "Aion" e della Fenice che mai perisce. Un destino di fuoco marziale e di efflorescenza verdeggiante al di sopra del quale, assisa in trono con i suoi leoni ai fianchi, la Grande Madre governa il periodico rinnovellarsi dell'Urbe nella sua eterna combustione eroica. I Dioscuri che sovente figurano accanto a Lei (come Cabiri o Grandi Dei) sono i Numi in armi che presiedono alle corruscanti vittorie di Roma. Attis è il paredro mediante il quale gli Dei immoti pervengono al limite del nostro mondo sublunare; e al tempo stesso è il "medium" grazie al quale le anime degli iniziati al culto metroaco risalgono oltre il cielo terrestre. Come ogni paredro, Attis presenta tratti di infedeltà mitistorica sanciti dalla narrazione degli ierofanti per significare la doppia possibilità aperta ad ogni uomo integrale; smarrirsi nel circolo della generazione o indiarsi mediante il rito. "Tertium non datur".
Avatar utente
Tommaso.ROMANO
 
Messaggi: 704
Iscritto il: 06/09/2009, 17:34

Re: VENNE LA MAGNA MADRE

Messaggioda VKK » 22/01/2013, 17:11

A mio modesto avviso un testo eccellente, serio e documentato: una delle migliori pubblicazioni degli ultimi anni.
Avatar utente
VKK
 
Messaggi: 297
Iscritto il: 07/09/2009, 15:09

Re: VENNE LA MAGNA MADRE

Messaggioda Sandro Consolato » 28/02/2013, 15:04

Sul CORRIERE DELLA SERA di oggi (28 febbraio 2013) la recensione del libro di Giuli, scritta da Dario Fertillo.
Avatar utente
Sandro Consolato
 
Messaggi: 651
Iscritto il: 05/09/2009, 23:18

Re: VENNE LA MAGNA MADRE

Messaggioda Tommaso.ROMANO » 01/03/2013, 12:39

Un saggio di Alessandro Giuli fra riti e miti guerrieri

Tutta Roma ai piedi della dea Cibele
Torna il volto eterno della tradizione


Fa uno strano effetto, nel pieno dello tsunami tecnologico che ci travolge, imbattersi in un libro tutto dedicato alla Tradizione. Arcaica, vagamente inquietante, sulfurea, questa parola comunque disorienta, negando la quotidianità in nome di una verità diversa. E infatti proprio il fascino ambiguo dell'inattuale accompagna e solleva al di sopra dell'ovvio il saggio Venne la Magna Madre (Settimo Sigillo, pp. 218 più illustrazioni, 22), scritto dal giornalista e studioso dell'antichità Alessandro Giuli, un'opera interamente dedicata ai riti, al culto e all'azione della Cibele romana, antichissima protettrice dell'Urbe.All'inizio di questa vicenda, insomma, c'è lei, la dea: figura centrale del pantheon pagano, di remota origine asiatica e successivamente giunta a Roma attraverso le colonie greche, di solito raffigurata nelle sculture e nei dipinti mentre siede solenne sul trono fra due leoni, in mano un tamburello e sul capo una corona turrita. È lei, quindi, la figura protettrice, colei che alla prova del fuoco, quando fra il 218 e il 202 avanti Cristo scoppia la Seconda Guerra Punica e a Roma si diffonde il terrore di una rovinosa sconfitta militare, dimostra di saper svolgere molto bene il suo ruolo. Difatti Annibale e i Cartaginesi alla fine non passano, e la vittoria campale dei Romani consacra definitivamente Cibele nel ruolo di Magna Madre della città, una guerriera degna del tempio che le verrà ufficialmente dedicato sul colle Palatino. Fin qui, la narrazione di eventi che si svolsero due millenni fa, episodi dalle venature indiscutibilmente arcaiche e pagane: sicché la storia narrata potrebbe apparirci mille miglia lontana da noi. Ma il saggio di Giuli si spinge oltre, individuando nella figura della dea il simbolo di un destino superiore, che coincide con il periodico rinnovarsi dell'Urbe e il suo radicarsi nella tradizione eroica del popolo. Eccolo, dunque, il valore della Tradizione evocato all'inizio: moneta comunemente considerata fuori corso, ingombrante e quasi indicibile nei discorsi quotidiani, circolante fra la sola aristocrazia degli spiriti antimoderni. Nulla a che fare, quindi, con la tradizione matriarcale (cara alle femministe) immaginata da Robert Graves con al centro la celtica Dea Bianca. La Cibele di Giuli, al contrario, è una divinità femminile che racchiude simbolicamente in sé l'elemento maschile, gerarchico, marziale, premessa indispensabile per l'affermazione di una civiltà, anche in senso militare. Gli ammiratori della Magna Mater, insomma, nella descrizione che ne fa Giuli respingono le seduzioni di Calipso o Didone, cioè l'edonismo delle alcove, il pacifismo, l'accomodamento, per cercare invece a viso aperto l'avventura e la battaglia. Senza lasciarsi intimidire dalle difficoltà e dalle sofferenze.

Fertilio Dario

Pagina 61
(28 febbraio 2013) - Corriere della Sera


http://archiviostorico.corriere.it/2013 ... b5d9.shtml
Avatar utente
Tommaso.ROMANO
 
Messaggi: 704
Iscritto il: 06/09/2009, 17:34

Re: VENNE LA MAGNA MADRE

Messaggioda Sandro Consolato » 04/04/2014, 15:02

Oggi, 4 aprile, con i Megalensia ricordiamo il bel libro di Alessandro Giuli dedicato alla Magna Mater.
Avatar utente
Sandro Consolato
 
Messaggi: 651
Iscritto il: 05/09/2009, 23:18

Re: VENNE LA MAGNA MADRE

Messaggioda LucaV » 04/04/2014, 20:38

Segnalo l'interessante recensione di VKK presente nell'ultimo num di Vie della Tradizione. :)
LucaV
 
Messaggi: 88
Iscritto il: 13/09/2009, 9:04

Re: VENNE LA MAGNA MADRE

Messaggioda Tommaso.ROMANO » 12/04/2016, 22:01

Avatar utente
Tommaso.ROMANO
 
Messaggi: 704
Iscritto il: 06/09/2009, 17:34

Re: VENNE LA MAGNA MADRE

Messaggioda rithkhmer » 17/07/2017, 4:08

thank for good post and sharing......

goldenslot
สูตรบาคาร่า
rithkhmer
 
Messaggi: 10
Iscritto il: 24/06/2017, 7:41


Torna a Libri e riviste

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron