GUIDA ALLA PIETAS OGGI

Per il culto privato, individuale e comunitario oggi

Re: GUIDA ALLA PIETAS OGGI

Messaggioda VKK » 16/09/2010, 13:27

Cosa si può dire circa la "fictio iuridica" relativa al fuoco? Con cosa può essere sostituito?
Avatar utente
VKK
 
Messaggi: 297
Iscritto il: 07/09/2009, 15:09

Re: GUIDA ALLA PIETAS OGGI

Messaggioda Sandro Consolato » 18/09/2010, 19:16

Un fuoco acceso costantemente oggi è proprio cosa che pochissimi possono permettersi. Se rimani fermo all'idea della continuità del fuoco, pur essendo l'idea conforme a giustizia, ti paralizzi e non fai nulla. Allora devi necessariamente immaginare che la prima volta che compi il rito in casa hai acceso, col fuoco visibile, anche un fuoco invisibile che torna manifesto ogni volta che riaccendi materialmente la fiamma. Se questo è vero, lo puoi sapere solo dall'efficacia del rito. Quasi tutti noi abbiamo una vita e delle situazioni domestiche che non consentono il fuoco permanente in casa. Vi è più pietas nell'accendere spegnere e riaccendere che nel non accendere mai perchè "tanto si deve spegnere". Questo è il mio punto di vista e di... Vesta!
Avatar utente
Sandro Consolato
 
Messaggi: 651
Iscritto il: 05/09/2009, 23:18

Re: GUIDA ALLA PIETAS OGGI

Messaggioda VKK » 19/09/2010, 3:40

Sandro Consolato ha scritto:Un fuoco acceso costantemente oggi è proprio cosa che pochissimi possono permettersi. Se rimani fermo all'idea della continuità del fuoco, pur essendo l'idea conforme a giustizia, ti paralizzi e non fai nulla. Allora devi necessariamente immaginare che la prima volta che compi il rito in casa hai acceso, col fuoco visibile, anche un fuoco invisibile che torna manifesto ogni volta che riaccendi materialmente la fiamma. Se questo è vero, lo puoi sapere solo dall'efficacia del rito. Quasi tutti noi abbiamo una vita e delle situazioni domestiche che non consentono il fuoco permanente in casa. Vi è più pietas nell'accendere spegnere e riaccendere che nel non accendere mai perchè "tanto si deve spegnere". Questo è il mio punto di vista e di... Vesta!


E' un ottimo punto di vista ed un buon insegnamento. La ringrazio.
Avatar utente
VKK
 
Messaggi: 297
Iscritto il: 07/09/2009, 15:09

Re: GUIDA ALLA PIETAS OGGI

Messaggioda Satyricon » 25/09/2010, 17:51

Non posso che unirmi ai ringraziamenti verso il prof. Consolato, esempio di come si possa essere latori di un sentire romano anche nel mondo contemporaneo.

Grazie!
Avatar utente
Satyricon
 
Messaggi: 448
Iscritto il: 08/09/2009, 14:53

Re: GUIDA ALLA PIETAS OGGI

Messaggioda LucaV » 26/09/2010, 13:15

Sandro Consolato ha scritto:Un fuoco acceso costantemente oggi è proprio cosa che pochissimi possono permettersi. Se rimani fermo all'idea della continuità del fuoco, pur essendo l'idea conforme a giustizia, ti paralizzi e non fai nulla. Allora devi necessariamente immaginare che la prima volta che compi il rito in casa hai acceso, col fuoco visibile, anche un fuoco invisibile che torna manifesto ogni volta che riaccendi materialmente la fiamma. Se questo è vero, lo puoi sapere solo dall'efficacia del rito. Quasi tutti noi abbiamo una vita e delle situazioni domestiche che non consentono il fuoco permanente in casa. Vi è più pietas nell'accendere spegnere e riaccendere che nel non accendere mai perchè "tanto si deve spegnere". Questo è il mio punto di vista e di... Vesta!


”Quando una candela accesa si spegne, lo spirito igneo e luminoso che infiamma il lucignolo non si estingue affatto, come lo si crede comunemente; ma la sua azione soltanto scompare allorquando viene a mancargli l’alimento o che lo si sottrae. Detto spirito igneo e luminoso si diffonde nell’aria la quale costituisce il ricettacolo della luce e delle nature spirituali del mondo materiale“ .

D.A.G. Pernety, Trattato dell’Opera ermetica, Edizioni Phoenix, Genova 1979, p. 60.

;)
LucaV
 
Messaggi: 88
Iscritto il: 13/09/2009, 9:04

Re: GUIDA ALLA PIETAS OGGI

Messaggioda Spartacus74 » 28/09/2010, 4:31

Daltronde, con un paragone ardito, anche nel Solstizio Invernale il Sole cala nel buio invernale ma non per questo si spegne, solo che esso risplende dentro di noi e si coltiva con il raccoglimento e con la meditazione del "proprio" di Sole, come un ciclo eterno e metafico.
Idem per il fuoco che si accende quando si attua una operazione ritualistica, il fuoco non si accende ma si attinge dalla dimensione ignea che è dentro di noi e parallela a noi, noi quando accendiamo questo fuoco fisico stiamo solo passando una porta, cosa visivamente e specificatamente eseguita nel culto, che ci rimette in comunicazione con la dimensione spirituale e "rarefatta" del nostro Essere non coincidente (solo) con la materia.
Nostalgia di ebbrezza e di feste gioiose di Satiri e Ninfe in boschi umbratili ma in giornate allegramente soleggiate.
Attesa del ritorno del Sole.
Avatar utente
Spartacus74
 
Messaggi: 229
Iscritto il: 12/09/2009, 3:56
Località: Pr-Ta-Bo

GUIDA ALLA PIETAS OGGI: 'manualistica'

Messaggioda ANGVIS » 02/09/2012, 14:37

Appunti ottimi, lucidi e 'vissuti'.

Lungi da me intenti polemici involontari (negli ultimi anni, come scritto in presentazione, mi sono perso un po' di cose), ma oltre al 'memoranda et agenda' (che possiedo) vedo un fiorire di 'manualistica': Elio Ermete (credo per ATP), qualcosa per ARQ e recentemente il celebre 'De religionibus'.
Chiederei un parere esperto e disinteressato, in particolare per quest'ultimo.
AVETE
Iam summas arces Tritonia - respice - Pallas
insedit, nimbo ecfulgens et Gorgone saeva
Avatar utente
ANGVIS
 
Messaggi: 17
Iscritto il: 01/09/2012, 12:44
Località: In esilio

Re: GUIDA ALLA PIETAS OGGI

Messaggioda Sandro Consolato » 02/09/2012, 23:47

Intanto, benvenuto Anguis.
Al di fuori anch'io di ogni polemica, le dico che non conosco la "manualistica" di ambienti diversi da quello del MTR, entro cui sono nati sia Memoranda & Agenda sia De religionibus, testi in origine destinati solo a circolazione interna. Aggiungo che non do mai giudizi pubblici (e in linea di massima neanche privati) sull'operatività dichiarata o meno di gruppi di cui non faccio parte.
Non ho ancora visto il nuovo De religionibus e non so che modifiche o aggiornamenti siano stati apportati alla primitiva eleborazione. Lo acquisti e si faccia lei stesso un'idea, dal momento che non è - a quanto pare - del tutto nuovo all'interesse verso certi temi.
Buona serata.
Avatar utente
Sandro Consolato
 
Messaggi: 651
Iscritto il: 05/09/2009, 23:18

Re: GUIDA ALLA PIETAS OGGI

Messaggioda 21Divisiones » 20/09/2012, 7:47

Vi chiedo un consiglio, per favore.
Quali formule o preghiere utilizzare per i riti?
Meglio "inventarsele" (in modo ispirato però) o ricorrere a preghiere dell'antichità?

Dove posso trovare le formule per i riti principali come quello giornaliero ed eventualmente per le feste più importanti dell'anno?

Grazie e saluti
21Divisiones
 
Messaggi: 28
Iscritto il: 27/06/2012, 10:45

Re: GUIDA ALLA PIETAS OGGI

Messaggioda Sandro Consolato » 20/09/2012, 16:14

Personalmente non consiglio a nessuno la pratica della pietas romana come esperienza meramente individualistica, slegata dall'appartenenza ad un gruppo in cui si è accolti, e ciò indipendentemente dal fatto di poter poi fare o meno anche dei riti in gruppo, cosa che spesso a tanti non è possibile che raramente, per ragioni di isolamento geografico.

Ad ogni modo, per quanto mi riguarda quelle sopra offerte sono le ultime istruzioni che do: non ci sarà un seguito, nè in pubblico nè in privato. Sia chiaro che questa NON E' una risposta specifica a 21 Divisiones ma una chiarificazione preventiva a tutti gli utenti del forum. Chiarisco anche che qualora altri ("single" o appartenenti a gruppi) rispondano qui a domande sui riti, io non interverrò, e ciò non dovrà essere interpretato né come assenso né come dissenso rispetto alle risposte date. Molto semplicemente: non ho più intenzione di trattare questioni del genere in internet nè di immischiarmi in discussioni su di esse.
Avatar utente
Sandro Consolato
 
Messaggi: 651
Iscritto il: 05/09/2009, 23:18

PrecedenteProssimo

Torna a Pietas

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron